Intervista all’autrice Evelyn Storm

Evelyn Storm, con il vero nome, ha iniziato a scrivere e pubblicare fumetti cartacei che sono stati venduti in unʼedicola di Milano e poesie su inserti di giornale, riviste del settore e siti online.

Con lo pseudonimo di Evelyn Storm ha collaborato con riviste letterarie, blog/siti e case editrici (Ginger Generation, Passione lettura, Urban-fantasy, Fantasy Planet, Almax Magazine, La mela avvelenata, Il punto rosa, Omnia One Group Editore).

Ha ideato un racconto di gruppo con altri ventidue autori e ha continuato a pubblicare poesie e racconti su diverse antologie di case editrici e siti.

Attualmente è blogger e admin del gruppo Le regine del nostro mondo su Facebook, facendo anche segnalazioni per la Butterfly Edizioni e facendo parte del club dei lettori della Newton Compton. È anche illustratrice-grafica per la Storm Graphics, che gestisce con Pamela B., e artista in generale.

Tra le storie che sono attualmente fuori ricordiamo:

  • Incontriamoci allo Sweet Temptations (Delos, in tutti gli store online)
  • Le note del destino (Amazon)
  • La voce del sentimento (Amazon)
  • Una notte a Londra (Amazon)
  • Tu, come una valanga (Amazon)
  • Donʼt leave me for Christmas (Amazon)
  • Vorrei essere te (Amazon)
  • Evanescent Appearances (Amazon)
  • La rivincita dell’amore (contenente tre suoi libri: Don’t leave me for Christmas, Una notte a Londra, Tu, come una valanga su Amazon)
  • Questione di gusti (Amazon)
  • A girl for two (Amazon)

Affari di cuore a Madrid, invece, è stato tolto dal commercio perchè preso da una casa editrice.

Ciao Evelyn benvenuta nel mio spazio cibernetico. Raccontaci di te.

Scrivo da anni, soprattutto racconti e romanzi, sono una lettrice, una blogger, un’illustratrice e grafica, ma sono soprattutto una moglie e mamma di due ragazzini (una femmina e un maschio).

Ho letto che hai pubblicato diversi libri. Ti ricordi la tua prima storia come è nata?

La mia prima storia è nata con un’amica. Solo che poi la lontananza, perché ci dividevamo più di 350 km, ha fatto fermare tutto. La mia prima storia da sola, invece, ricordo che è nata dal mio desiderio di evadere e di scrivere di qualcosa di moderno, ma strano. Quasi fantastico. Unito, però, alla realtà.

La scrittura per te è evasione, passione o entrambe le cose?

La scrittura per me è entrambe le cose: evasione e passione.

Parlaci del tuo ultimo romanzo pubblicato. 

Il mio ultimo romanzo pubblicato si chiama “A girl for two”. E’ una storia ambientata in America, in cui la protagonista si troverà a dover scegliere tra due uomini. Sarà davvero dura.

casa editrice o self publishing: gioie e dolori di entrambi.

Avere una casa editrice ti dà un tono, una certa risonanza. Poi fanno tutto loro, o dovrebbero, tipo decidere la cover, fare l’editing, l’impaginazione e piazzare il libro nelle piattaforme. Però a volte sei limitato, non hai libertà, non ti vengono pagati i giusti compensi. Il self publishing è libertà di agire e di ricevere tutti i guadagni della propria fatica. Ma appunto devi fare tutto da solo, prima e dopo la pubblicazione.

che rapporto hai con la lettura?

Con la lettura ho un bellissimo rapporto. Leggo tantissimi libri ogni anno. Ma che dico, ogni mese. Leggo praticamente sempre. Ma i generi li scelgo secondo i miei gusti. Generalmente è così.

Libro cartaceo o ebook pregi e difetti di entrambi.

Il libro in ebook è quello che la gente compra di più, almeno a me succede così. E’ più immediato, perché una volta che lo carico su Amazon ed è pronto, appunto è pronto. Però non c’è la bellissima sensazione di avere tra le mani la carta stampata. Il cartaceo è bello da vedere e da esibire, però devi curare più cose e attendere che ti arrivi a casa. E poi, anche se metti cifre basse, la gente tende a prendere l’ebook. Però vuoi mettere la sensazione di vedere il proprio libro in libreria? In linea di massima, comunque, entrambi hanno pregi e difetti. Dipende da come li si valuta.

Che rapporto hai con i tuoi lettori?

Con i lettori ho un bel rapporto. Certo, prendo le recensioni negative con le pinze: nel senso che, se sono costruttive, le accetto e cerco di migliorarmi, ma se sono messe apposta per denigrare, allora non ci faccio caso. O se sono copiate tali e quali sotto a un mio libro come sotto a quello di altre autrici o autori. Comunque, in genere ho un bel rapporto. Ci si parla, ci si confronta, ci si appoggia e ci si aiuta.

Che consigli dai a chi vuole intraprendere la strada della scrittura?

A chi vuole intraprendere la mia stessa strada dico di leggere, studiare, scrivere e non lasciarsi mai scoraggiare. E poi di informarsi, seguire le mode, ma anche no, di migliorarsi sempre e di non accontentarsi mai. Questo è un lavoro-passione che non finisce mai. Ma che dà anche tante soddisfazioni.

Progetti letterari per il futuro?

Sto scrivendo nuove storie, ma per ora non aggiungo altro, dato che sono top secret. Grazie per l’intervista e grazie a chi leggerà.

Annunci

Un pensiero su “Intervista all’autrice Evelyn Storm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...