Intervista all’autrice Marilena Boccola

Ciao, benvenuta nel mio blog. Parlaci della Marilena scrittrice.

Grazie per l’ospitalità. Non saprei cosa dire della Marilena scrittrice, so solo che scrivere, oltre a darle soddisfazione, le costa sacrificio perché deve ricavare il tempo per farlo nei ritagli di tempo della Marilena moglie, mamma, impiegata, donna di casa, lettrice, appassionata d’arte, sportiva, ecc… Meglio lasciar parlare i romanzi.

Perché scrivi?

Scrivo da sempre. Un diario, piccoli racconti, qualche riflessione personale… Non so dire esattamente perché scrivo, è un aspetto di me che mi accompagna fin da quando ero bambina, come il colore degli occhi o la forma del viso… Credo nel potere terapeutico della scrittura e probabilmente il motivo del mio riversare inchiostro sui fogli nasce proprio dal bisogno di tirare fuori quello che mi si muove dentro…

Parlaci dei romanzi che hai pubblicato.

Ho auto-pubblicato il mio primo romanzo in digitale, “Una casa per due”, nel febbraio del 2015. Sono seguiti “Abbracciami più forte” e “Una vita in più”. A giugno 2016 è uscito con HarperCollins Italia, nella collana digitale Elit, “Baci, sabbia e stelle” e da allora i romanzi self (“Sposa per vendetta” e “Maledetta gelosia”) si sono intrecciati a quelli con la casa editrice (“Nella rete di Shakespeare”). Gli elementi che accomunano tutte le mie storie, sempre emozionanti e piccanti al punto giusto, sono l’ambientazione italiana e la valorizzazione delle bellezze del nostro Paese.

Quanto c é di te nelle tue storie?

Sicuramente traspare molto di me nelle mie storie, senz’altro il mio approccio alla vita e il mio modo di pensare. I primi personaggi forse mi assomigliavano di più, ma nel tempo ho voluto sperimentarmi anche nella descrizione di caratteri e modi di essere diversi dal mio.

Raccontaci di questa esperienza con la Harmony.

Harmony è un marchio di cui è proprietaria la casa editrice HarperCollins Italia. La mia esperienza con questa casa editrice è senz’altro positiva soprattutto perché lavorare con una editor professionale e preparata come Cristina Ferrando mi ha permesso di migliorare il mio stile e di maturare in tutti i sensi.

Quali sono gli autori che segui e leggi di più?

Sono un’appassionata lettrice di tutti i generi ma se devo restare nell’ambito del romance, in questo momento direi senza dubbio Bianca Marconero e Amabile Giusti. Tra le autrici self, amo molto Rebecca Quasi.

Ebook o cartaceo?

Personalmente, mi sono convertita quasi del tutto all’ebook, anche per la comodità di poter leggere grazie allo schermo retroilluminato fino a tarda notte. Il cartaceo ha sempre il suo fascino ma vi ricorro ormai solo quando prendo a prestito i libri in biblioteca o se leggo testi che richiedono di essere meditati e sottolineati. Molte lettrici sono rimaste fedeli al cartaceo e per raggiugerle sarebbe bene riuscire a pubblicare in cartaceo.

Meglio esser seguita da una CE o autopubblicarsi?

Credo che le due cose non si escludano a vicenda: per ora io le faccio convivere serenamente. Pubblicare con una casa editrice è una sorta di consacrazione ma il self offre maggior libertà. Tuttavia, quando una nota casa editrice ti dà la possibilità di pubblicare in cartaceo, come nel caso dei miei due romanzi digitali riuniti ora in un’unica edizione da edicola, allora le cose cambiano: si tratta senz’altro di una grande opportunità, di farsi conoscere e raggiungere un pubblico più ampio.

Progetti per il futuro?

Dopo l’uscita in edicola, nella collana Harmony Elit, di “Baci, sabbia e stelle” e “Nella rete di Shakespeare”, a settembre uscirà un nuovo romanzo digitale con HarperCollins. Ho già pronto un nuovo romanzo che probabilmente l’anno prossimo pubblicherò in self e tante idee mi frullano per la testa…

Annunci

Intervista all’autrice Silvana Carolla

Ciao, benvenuta nel mio blog. Parlaci della Silvana scrittrice?
Innanzitutto vorrei ringraziarti per l’ospitalità e per la tua immensa gentilezza. La Silvana scrittrice è una ragazza sognatrice che ama scrivere storie vere, fatti realmente accaduti e poi inserire all’interno un pizzico di tematiche attuali come è successo per She: La sclerosi multipla, l’autismo. Per Questo…Sono io! Il tema principale è l’omosessualità e per ‘La storia di una vita insieme’: il morbo di Alzheimer. Amo inserire all’interno delle mie storie aforismi aulici per marcare quello che era il mio pensiero, come: L’Amore è solo una flebile sensazione tattile che accompagna la vera essenza di una effusione. She.
Perché scrivi?
Scrivo perché ho qualcosa da raccontare. Per me la scrittura è tutto. Posso sfogare la rabbia o perché sono felice. Infatti quando rileggo ciò che ho scritto ritrovo ciò che volevo trasmettere: a volte ironia, altre volte malinconia piuttosto che rabbia, ecc…
Parlaci dei romanzi che hai pubblicato.
Ho pubblicato due romanzi: Questo…Sono io! e She.
Questo…Sono io! è edito da Apollo Edizioni ed è scritto a quattro mani insieme a Vincenzo Gammone. Racconto la storia vera di Viky un adolescente napoletano omosessuale. E’ la storia vera del Gammone che si è dichiarato apertamente. Con questo libro portiamo un messaggio importante: Basta alla Violenza Psicologica sugli uomini, Basta essere considerati diversi.
She è un trattato immaginifico, personalissimo e vario che riesce ad unire l’analisi sociale e il tema adolescenziale. Il leitmotiv di “She” è la prigione dell’anima femminile che si allarga fino a comprendere tutti i luoghi della dimora umana: la natura, la cultura e infine la realtà stessa nella sua inquietante ma esaltante molteplicità d’infatuazioni amorose della giovane protagonista.
Quanto c’é di te nelle tue storie?
Nelle mie storie cerco d’ inserire me stessa più che posso. Inserire parti del mio carattere. Nei capitoli iniziali di She esce vuoti il mio lato ironico. In Questo…Sono io! il mio lato riflessivo accompagnando, la narrazione, a far passare in secondo piano il pregiudizio delle persone.  Insomma nei miei libri ci sono tanto anche io.
Quali sono gli autori che segui e leggi di più?
In realtà i miei autori preferiti sono di epoche passate come: Jane Austen. Mi rivedo molto in Lei perché è combattiva, leale, lotta per i suoi ideali ed i suoi diritti. Un po come Sylvia Medici in She che nasce nella società moderna dove non esiste più quel momento di esclusivo appannaggio maschile. La donna fa irruzione, facendosi spazio. Abile, acuta e piena di erudizione. L’inconveniente è che i suoi sentimenti non trovano una posizione stabile per amare davvero. Due teste in un solo corpo non promettono una lunga vita. Quindi più volte decide di abbandonare l’amore e di concentrare le sue attenzione sullo studio.
E-book o cartaceo?
Decisamente i cartacei hanno un altro effetto su un lettore, soprattutto su di me. Però ormai, per questioni di spazio, preferisco l’e-book. Diciamo che se dovessero fare una gara, vincerebbe senza dubbio il cartaceo.
Parlaci delle tue esperienze con le case editrici.
Le Case Editrici sono numerose e per lo più sono tipografie pensando di poter vendere un libro anche con l’esclusiva del web. Io penso che le librerie hanno questo tipo di privilegio e sono a portata della gente. L’impegno che dovremmo avere e lottare contro questo tipo d’ideoloogie e far vincere le Case Editrici che realmente tutelano il loro autore e lo aiutino a pubblicizzare il proprio libro attraverso: presentazioni, fiere, eventi, radio, televisioni, riviste e giornali. Possibilmente senza pesare sul portafoglio dello scrittore.
Meglio esser seguita da una CE o Autopubblicarsi?
Se si vuol rimanere indipendenti e scegliere secondo le proprie esigente, meglio Self. Altrimenti Casa Editrice.
Progetti per il futuro?
Indubbiamente tra le mie prorità c’è la continuazione di She, He. Vorrei Aprire una Casa Editrice con seri propositi con i miei colleghi e partecipare a Fiere ed Eventi letterari.
Grazie mille per avermi ospitata nel tuo salottino letterario, è stato un grande piacere.

Intervista all’autore Mario Bergamo

Ciao Mario benvenuto nel mio blog. Parlaci di te.

Ciao Angela, prima di tutto grazie per avermi invitato sul tuo blog. Io Sono Mario Bergamo, sono nato a San Felice a Cancello in un piccolo paese della Provincia di Caserta nel lontano 1985. Vivo da sempre nel mio piccolo paese, tradito per un solo anno con New York , la city che da sempre è padrona del mio cuore, amore nato grazie ai libri e alle troppe serie Tv viste da adolescente. Mi sento così newyorkese che scherzando ho sempre detto che la cicogna con me ha sbagliato indirizzo, anzi non scherzo, ne sono quasi convinto. Un’altra mia grande passione è la lettura, leggo di tutto anche se amo Stephen King. Leggo ovunque ed ogni volta che mi è possibile farlo, mi porto dietro sempre un libro così so che con me ho sempre un amico, ma la scrittura è per me l’emozione più bella che si rinnova di giorno in giorno, mi piace scrivere d’amore proprio perché credo che sia l’amore a muovere tutto ciò che ci circonda.

Come é nato Mario lo scrittore?

Mario Bergamo scrittore è nato un pomeriggio di terza media, quando preso da una rabbia crescente per aver preso un “palo” ( si può dire? Si credo di SI!) da una mia amica di classe, sai avevo una cotta per lei, ma evidentemente lei NO! Perché si fidanzò con il mio migliore amico allora quello stesso pomeriggio e per un’intera notte ho scritto la storia con noi tre protagonisti, cambiano logicamente il finale. D’allora non ho più smesso di scrivere, quotidianamente ho sempre scritto! Ho tanti quaderni, tanti diari dove sopra ci sta di tutto racconti, novelle e pure poesie, ma tutto si concentra su dei miei pensieri. D’allora è nato un mio motto (se mi passi il termine) e cioè che: scrivo perché così sono io a decidere i finali delle storie!

Parlaci dei tuoi romanzi.

Il mio primo romanzo quello d’esordio è SOGNANDO NEW YORK che ha venduto più di 1.000 copie è una storia d’amore di un ragazzo di Provincia che sogna di andare a vivere nella grande City, quella del suo cuore! Ma prima di andarci ( e se ci andrà) dovrà scontrarsi con la cruda realtà di una mentalità bigotta del piccolo paese.
Già perché il protagonista Alessandro, Alex per gli amici, vivrà una storia d’amore molto tortuosa e questo porterà lui e la sua ragazza al centro della discussione del Paese.
Sognando New York è anche una pagina Facebook da me gestita e amministrata che conta più di 50.000 anime; devo dire che in realtà il romanzo è nato proprio sulla pagina all’inizio io scrivevo piccoli passaggi di quello che all’epoca era la prima stesura, poi man mano mi resi conto che ai ragazzi della pagina piaceva e così è diventato un libro.
Un ultima cosa SOGNANDO NEW YORK è una trilogia dove la seconda parte è già stata scritta ed è in corso un editing da parte di una Casa Editrice pure abbastanza importante, non posso fare il nome perché ancora non mi hanno autorizzato.

Il mio secondo romanzo è ALTRI GIORNI ANCORA e parla di un triangolo d’amore tra Leonardo e Cristina che si amano e che stanno arrivando al matrimonio quando poi arriva LEI, non dirò il nome per scelta, perché durante lo svolgimento della storia ci sarà un piccolo equivoco che scoprirà il lettore.
Tratta temi che per me sono importanti in una storia d’amore e sono:

-> Il tempo dell’amore, nessuno è in grado di dire oggi amo, domani no! Di fatto c’è sempre di mezzo il destino ed è sempre lui a decidere.

-> Il tradimento visto dal lato maschile, è un luogo comune che solo le donne soffrono in un tradimento.

-> E gli amori nascosti, quelli che sono giudicati sempre male, ma che alla fine sono delle vere e proprie storie d’amore e alcune volte sono GRANDI storie d’amore.

ALTRI GIORNI ANCORA ha superato due fasi di editing della commissione della casa editrice BookaBook e adesso è impegnato in una campagna di crowdfounding e cioè devo raggiungere un traguardo di 200 copie in pre-ordine nel tempo di 100 giorni ad oggi ne mancano 29 e sono state preordinate già 150.
Se riuscissi a raggiungere quel traguardo: ALTRI GIORNI ANCORA sarà distribuito tramite la Casa Editrice e messaggerie italiane in tutte le libreria d’Italia.

Questo è il link nel caso qualcuno vuole darci un’occhiata, tra l’altro si può leggere anche l’anteprima del libro stesso.

https://bookabook.it/libri/altri-giorni-ancora/

ALTRI GIORNI ANCORA è stato per qualche mese su Wattpad Italia ed ha raggiunto in quel poco tempo più di 2.000 letture con tantissime e meravigliose recensioni, tra l’altro ha vinto anche il concorso come migliore storia d’amore.

Parlaci della tua esperienza su Wattpad. Come hai conosciuto questa piattaforma? Credi che aiuti a farsi conoscere ai lettori?

Inizio col dire sin da subito che la mia esperienza con wattpad è stata grandissima e ancora oggi ho un rapporto con wattpad molto bello perché mi permette di restare in contatto con tanti scrittori e soprattutto con i tanti miei lettori!!! Se usata nella maniera giusta wattpad può davvero farti crescere e parlo proprio a livello di carattere ( perché arrivano anche critiche furiose, ma anche suggerimenti sulla grammatica, sulla punteggiatura, insomma si creano rapporti quasi collaborativi) ancora più belli sono i club di lettura è li che ci sta l’incontro autore-lettore che ti forma e ti fa capire quello che realmente il lettore prova mentre ti legge, insomma riesci a capire se sei riuscito ad arrivare nell’anima di chi legge!!!Per me è una grande risorsa wattpad, mi ha aiutato molto anche con Altri Giorni Ancora, mi ha dato quella vetrina e quella forza di contuare a crederci…man mano che pubblicavo i capitoli tanti lettori mi scrivevano messaggi di incoraggiamento, messaggi belli che mi hanno dato quella carica giusta per arrivare al gran finale del mio libro! Wattpad è un bel mondo se preso dal verso giusto!!! Però sono in tanti che cercano di fare i furbi fanno le corse alle stelline e alla classifica e mi fermo qui; a quelle persone vorrei dire che serve a poco tutto questo perché poi non cresci come autore! Detto ciò, wattpad è una piattaforma che consiglio a tutti sia agli scrittori che ai lettori perché di storie belle ci sono, basta saperle trovare e credetemi io ne ho trovate tante…

Da dove trai ispirazione per scrivere le tue storie?

L’ispirazione per me è l’Amore stesso! Già mi piace scrivere dell’amore e di conseguenza penso che sia questo sentimento a rivelarsi a me, è lui stesso che mi ispira a scrivere storie. Ho capito questa cosa proprio recentemente, perché stavo scrivendo qualcosa di diverso dal solito romanzo d’amore, ma dopo un po’ mi sono reso conto che non lo stavo facendo con lo stesso entusiasmo. Così ho dovuto fermarmi. Amo scrivere storie d’amore e partendo da qui tutto si sviluppa passando da momenti di giornate, da melodie di canzoni, a scrivere in determinati luoghi. Affermo tutto questo senza voler essere presuntuoso, ma solo con la consapevolezza che davvero mi basta pensare all’amore, dentro di me nasce subito una storia da scrivere… prendendo ispirazione da qualsiasi cosa che ruota intorno a me…

Scrittore per passione, per esigenza o per entrambe le cose?

Scrivo perché non riesco a farne a meno, è forse, anzi decisamente è solo amore per la scrittura tutto qui! E questo credo che sia un dono ed io ringrazio Dio ogni giorno per avermi fatto questo dono. Forse non scriverò mai un bestseller, però scriverò di sicuro fino a quando ne avrò la forza, perché scrivere mi fa sentire vivo!

Stai scrivendo qualche nuovo romanzo?

Il mio terzo romanzo ( anche se ad essere precisi sarebbe il quarto) è TAGLI NEL CUORE ed è in fase di prima stesura. Ci tengo tanto a questo manoscritto perché è forse il manoscritto più bello e più intenso che io abbia mai scritto; tratta come sempre una storia d’amore questa volta tra adolescenti e nei banchi di scuola. Essendo in una scuola superiore tocca problemi che interessano un pochino quella fase d’età come il Bullismo, l’anoressia e l’autolesionismo. Io credo che questo libro sarà il mio libro, nel senso se pensiamo a grandi scrittori ognuno di loro ha il suo libro per fare un esempio King viene identificato con IT ebbene se un giorno magari qualcuno leggerà i miei scritti credo che io verrò identificato con questo libro, non so se ho reso l’idea nel caso tutto questo è per dirti che in questo libro ci sto mettendo tutto me stesso forse anche di più.